Intervista a Ernesto.it – Ricevere preventivi in pochi minuti per i servizi a casa

Autore: Pietro Devito | 8-09-2017
Condividi →

Ernesto è una startup italiana, nata per generare un vero e proprio ‘spazio sociale’ utile al sostentamento del singolo lavoratore e delle PMI per promuovere e incentivare lo scambio tra i bisogni compatibili di chi offre e chi richiede, in una dimensione digitale immediata ed efficace.

Ernesto è totalmente dedicata ai servizi per la casa come elettricisti, idraulici, donne delle pulizie, badanti e altri ancora con lo scopo di mettere in relazione in modo fidato, trasparente e autorevole i clienti con i professionisti.

Attraverso un accurato sistema di rating, i profili dei lavoratori iscritti potranno essere valutati direttamente dall’utente: in questo modo si andrà a garantire la professionalità e la qualità del servizio svolto presso la propria abitazione.

Ci introduce nel mondo di Ernesto Riccardo de Bernardinis Founder & CEO.

Ciao Riccardo, complimenti per la #StartUp. Ci spieghi semplicemente cos’è Ernesto?

Ernesto nasce nel pieno dell’evoluzione tecnologica, dalla volontà di creare un’umanizzazione digitale di una persona affidabile e disponibile. Un vero e proprio uomo di fiducia virtuale che mette direttamente in contatto non solo chi cerca con chi offre, ma diventa anche veicolo di reputazione, fiducia e appartenenza.

Ernesto presenta due scopi principali:

  • Permettere ai professionisti di trovare nuovi clienti e promuoversi online.
  • Permettere a chiunque abbia necessità di un aiuto in caso in tempi rapidi personale pronto a risolvere i problemi in casa.

Come nasce la #StartUp e come si muove in Italia?

Nonostante i progressi tecnologici della nostra generazione, trovare un professionista idoneo per la propria casa continuava ad essere un grande problema. Le persone non sapevano a chi rivolgersi per trovare personale qualificato a prezzi ragionevoli nella propria zona. Allo stesso tempo, trovare nuovi clienti e pubblicizzare la propria attività risultava essere impegnativo e dispendioso per la maggior parte dei professionisti.

Anche io mi sono ritrovato più volte, con il bisogno di trovare professionista per servizi casalinghi, ma ho sempre perso tempo e denaro in ricerche e personale poco affidato. Da questi bisogni irrisolti è nata l’idea di creare un portale che offrisse una vasta quantità di servizi per soddisfare le comuni necessità quotidiane.

A gennaio 2017 abbiamo pubblicato prima versione Beta, partendo da Roma, abbiamo testato il mercato, convalidato il modello di business e analizzato le metriche riscontrate nei primi mesi. Da questi dati abbiamo deciso di migliorare la piattaforma rendendola ancora più interattiva e user-friendly. In soli 8 mesi ci siamo espansi su Milano, Firenze, Torino, Bologna e Napoli registrando più di 25 mila professionisti e arrivando a ricevere una media di 50 offerte di lavoro giornaliere. Puntiamo nei prossimi mesi a consolidarci sul territorio nazionale ed aumentare il numero di iscritti.

Come funziona e quali sono i vantaggi per gli users?

Ernesto invia le offerte di lavoro a tutti i professionisti della zona che “matchano” le necessità del cliente. La missione di Ernesto è aiutare i professionisti autonomie e le piccole imprese a trovare nuovi clienti promuovendo la loro attività.

I clienti ci dicono le loro necessità e noi inviamo a tutti i professionisti della zona le “offerte di lavoro” gratuitamente. Se l’offerta di lavoro è di loro interesse possono rispondere inviando un preventivo per entrare in contatto con il cliente ed ottenere il lavoro!

Allo stesso tempo, i clienti hanno la possibilità di contattare un idraulico per il loro bagno, di trovare un elettricista esperto per l’illuminazione del giardino o di entrare in contatto con professionisti per la pulizia della casa. Devono solo dirci di cosa hai bisogno e noi penseremo a presentare gratuitamente i migliori professionisti della zona. E’ semplicissimo!

Qual è lo stato attuale del progetto e quali sono gli obiettivi futuri?

Ad oggi siamo ancora in fase Early Stage, alla ricerca di un Seed per consolidarci sul territorio nazionale ed affacciarci ai mercati esteri. Abbiamo sviluppato la piattaforma con la funzione di multilinguismo ed è già disponibili e in Italiano, Inglese e Spagnolo.

Infatti, da qualche mese abbiamo iniziato a testare i mercati internazionali, effettuando numerosi test e approfondite ricerche sul mercato Inglese e Spagnolo.

Ad oggi, abbiamo raggiunto i 30 mila utenti totali e puntiamo di raggiungerne 100.000 entro un anno per aumentare la richiesta e semplificare la vita di più persone. Infine, grazie a dei contatti in oriente abbiamo già iniziato a tradurre Ernesto in Arabo e chissà, forse a breve avremo nuove sorprese!

In conclusione e in base alla vostra esperienza quant’è difficile lanciare una Start Up in Italia?

Fare Start Up vuol dire creare una nuova impresa in estreme condizioni di incertezza, quindi risulta molto difficile lanciare una Startup in Italia come in qualunque altro paese.

Purtroppo però in Italia risulta più difficile per quanto riguarda le tassazioni, le leggi e i bandi pubblici che risultano essere molto complicati da ottenere e mantenere.

Quindi, l’elemento fondamentale è sempre la propria determinazione e il Team. E’ necessario creare un team ambizioso e competente per avviare un qualunque progetto, specie una Startup! Il singolo, anche se preparato e volenteroso non può riuscire a fare tutto da solo. Una delle più grandi difficolta è stata trovare le giuste persone disposte a credere in Ernesto, ma il risultato è valso la candela. Riguardo l’Italia, il suggerimento da tenere bene a mente è che la maggior parte dei bandi e delle competition in Italia sono riservate alle start up innovative.

Generalmente per aprire una Startup nel nostro Paese è necessario conoscere a fondo gli strumenti per valutare il progetto di investimento, dal punto di vista economico, finanziario e soprattutto legale. In altre parole è fondamentale possedere una preparazione di tipo manageriale, che includa il know-how necessario per gestire il ciclo di vita di un’impresa, partendo dall’idea imprenditoriale, passando per la progettazione e la realizzazione per poi arrivare a un “EXIT” o comunque a guadagni considerevoli. Per ora, la tanto criticata Italia sembra che stia provando ad adattarsi all’ecosistema Start Up (ormai onnipresente nella maggior metropoli mondiali) ed è propria grazie a questo settore che potrebbero cambiare in meglio le sorti della nazione.

Condividi →

Altri articoli che potrebbero interessarti

Commenta

  • Carl

    La nuova piattaforma e app per i servizi della casa si chiama http://www.ernesto.it permette di trovare tantissimi servizi come ad esempio un idraulico, un elettricista, una colf, una badante, un imbianchino, un giardiniere e altri ancora. Potete ricevere un preventivo gratuito e istantaneo per risolvere i vostri problemi a casa e incontrare direttamente il professionista. Sito consigliatissimo : )