Codici QR: statici, dinamici e il loro utilizzo nel marketing

Sicuramente vi sarà capitato di notare su locandine, manifesti o pagine di riviste, particolari codici formati da quadratini neri, questi sono chiamati codici QR (quick response) risposta rapida, ed è proprio questa la caratteristica principale, scansioni il codice e “inneschi” l’azione.

codici-qr-statici-dinamici-e-il-loro-utilizzo-nel-marketing

Un codice QR può contenere essenzialmente informazioni di tipo testuale, ma che possono lanciare diversi tipi di azione, ad esempio se creiamo un codice QR con un link, esso verrà usato per indirizzare alla pagina web, stessa cosa per un’indirizzo mail, ecc.

Ci sono svariati utilizzi dei codici QR, focalizzeremo l’attenzione sul loro utilizzo in ambito marketing per offrire una possibilità in più e perché no, stupire il cliente.

App per la scansione

I codici QR sono pensati per essere scansionati in mobilità, quindi lo smartphone con la fotocamera sono il miglior scanner sempre a portata di mano.

La scansione di un codice QR necessità l’utilizzo di un’app che codifica le informazioni tramite la fotocamera.

Tra la molteplici app, abbiamo scelto Scan disponibile per iOS, Android e Windows Phone.

Intuitiva e veloce, appena avviata presenta l’interfaccia per inquadrare il codice QR, una volta letto verrà mostrato il contenuto o l’azione legata al singolo codice QR.

Tutti i contenuti e le azioni dei codici QR sono salvati in automatico nella sezione Cronologia per accedervi in un secondo momento.

Codici QR statici

I codici QR statici sono codici nativi, non si avvalgono di servizi web, in pratica sono “impressi” nel codice stesso e per questo possono avere limitazioni, ad esempio limitati a livello di caratteri, infatti è consigliabile non superare i 300 caratteri.

Altro limite è la mancanza di statistiche, se inseriamo un QR statico su una rivista, non potremo analizzare le statistiche e quindi non sapere quante volte è stato scansionato e visitato.

Per generare QR statici, possiamo utilizzare il servizio offerto da kaywa abilitando lo switch “Static”.

Codici QR dinamici

I codici QR dinamici sono sempre impressi nel codice, ma non sono altro che link di determinate funzioni offerte dal sito che permette la loro creazione.

Ad esempio, potremo creare un codice QR con un testo di qualsiasi lunghezza, perché non sarà altro che un link, infatti il sito creerà il codice con il link e successivamente il browser visualizzerà la pagina web del link.

Altro vantaggio è la possibilità di modifica, se creiamo un codice QR che indirizza ad una pagina web, potremo tranquillamente cambiare link in caso di problemi o per aggiornare la destinazione.

Potremo utilizzarli anche per controllare le statistiche, utile per rendersi conto di quante persone hanno effettivamente scansionato e visualizzato il contenuto del nostro codice.

Generare un codice QR dinamico da WEB

Ok la lettura, ma la creazione? Per comodità e uniformità tra app e metodo di generazione, utilizzeremo Scan.me per creare codici QR dinamici, ma ce ne sono molti adibiti allo scopo.

Per prima cosa dobbiamo registrarci, la registrazione è utile per avere lo storico di tutti i QR creati con possibilità di modifica con tanto di statistiche, questo è possibile per via dei QR dinamici, quindi “reciclabili” visto che sono legati all’url fisso e al servizio web.

Il sito Scan.me permette la generazione di molteplici tipi di codici QR dinamici, basterà selezionare il menù “Choose code Type”, e scegliere il tipo di contenuto da far visualizzare.

Utilizzi nel marketing pubblicitario

Ci sono svariati utilizzi dei codici QR abbinati a composizioni grafiche, locandine, cataloghi, prodotti, tutto sta nell’immaginazione legata all’utilità, essenzialmente vengono usati per indirizzare a determinate pagine web o mostrare informazioni aggiuntive testuali e multimediali.

Andiamo ad analizzare possibili esempi del loro utilizzo.

Esempio -> Destinazione su Google Maps

Se creiamo un bigliettino da visita per un’attività, ad esempio un’agriturismo, potrebbe essere utile inserire un codice QR con l’indirizzo, il cliente che scansiona il QR visualizzerà sulla mappa il posto e potrà partire con la navigazione direttamente da smartphone.

esempi-uso-codici-qr-mappa

Da Google Maps localizziamo l’indirizzo della località e copiamo il link diretto.

Sempre dal sito Scan.me, generiamo un codice del tipo “Website”, scriviamo il titolo e incolliamo url di Google Maps.

L’eventuale cliente potrà visualizzare la destinazione sulla mappa ed eventualmente aprire con l’app Google Maps e iniziare con la navigazione.

Esempio -> Manifesti in città

In molte città, sopratutto in Giappone, usano manifesti enormi con il QR gigante, in questo modo anche da distanza è possibile scansionare il QR e salvare il contenuto.

esempi-uso-codici-qr-citta-metro

Inoltre sono spesso presenti nelle fermate metropolitane, durante l’attesa potremmo “occupare” il tempo, scansionando per scoprire i contenuti.

Esempio -> Musei o esposizioni

Anche all’interno di Musei o in eventi d’esposizione potrebbero essere integrati intelligentemente mostrando informazioni aggiuntive o multimediali dell’oggetto esposto.

esempi-uso-codici-qr-musei-espo

Esempio -> Promozioni e social

Si possono creare QR code che fungono da pubblicità per l’attività, ad esempio all’interno o all’entrata della sede, piazzare un QR che si trasforma in tweet da condividere o post da pubblicare su facebook, in questo modo l’eventuale negozio o azienda potrebbe aumentare follower o fan sui social.

esempi-uso-codici-qr-social-profile

Se creiamo un bigliettino da visita o una composizione che prevede l’inserimento di profili social, potremo creare dei QR collegati ai nostri profili.

Esempio -> Etichette sui Prodotti

L’azienda Puro utilizza i QR code per far scaricare lo sfondo abbinato alla cover acquistata, il QR code è stampato direttamente nella parte interna della cover, basterà scansionarlo per scaricare lo sfondo dedicato.

esempi-uso-codici-qr-prodotti

Ci sono moltissimi e svariati utilizzi, li possiamo trovare dappertutto, sulle auto pubblicitarie, oppure in abbinamento a prodotti sullo scaffale, ad esempio per scoprire maggiori informazioni o vedere il video esplicativo del funzionamento di un determinato prodotto.

Addirittura alcuni designer li hanno applicati su capi d’abbigliamento o su magliette con sponsor.

esempi-uso-codici-qr-tshirt-fashion

Una strategia di creatività

In definitiva tutto sta nella creatività, il codice QR può stimolare e coinvolgere l’utenza in attesta di scoprire cosa mostreranno quei piccoli cumuli di quadratini neri.

Condividi