Ma quali contenuti vale la pena creare per un blog aziendale?

Basta che si pubblichi qualcosa mantenendo aggiornato un blog, questo è il pensiero che molti si fanno alla base di un progetto di marketing per un cliente, un pensiero ovviamente errato e privo di ogni fondamento.

Il web è ormai saturo di qualsiasi contenuto, quindi perché continuare con articoli riempitivi solo per fare quantità? Non serve a niente se non si ha riscontro, un contenuto privo di utilità e imbottito di “paroline magiche” creato solo per “acchiappare” determinate nicchie, non funzionerà mai, semplicemente perché non è utile, non originale, non aggiunge nulla e quindi diventa solo un spreco di energie e denaro.

Quindi, quali contenuti vale le pena creare per cercare di trovare un senso e sopratutto utilità a quello che andremo a pubblicare? Ho analizzato l’infografica di Pennamontata dove hanno sintetizzato alcuni punti di un’articolo pubblicato su Forbes, vediamo con ordine cosa viene specificato.

ma-quali-contenuti-vale-la-pena-creare-per-un-blog-aziendale

Condividi la tua esperienza nel settore

Ognuno di noi ha un’esperienza diversa da altri ed è proprio questo il punto, quello che si andrà a formulare sarà per forza di cose originale, personale e soprattutto utile per chi vuole consigli su un determinato settore. L’esperienza accumulata negli anni è un valore fondamentale per qualsiasi attività, la condivisione di determinati contenuti legati al settore dell’attività aziendale è un plus rilevante.

Condividi dati unici che hai ricavato da studi e ricerche

Anche questo punto è basato sullo sviluppo di contenuti originali tramite dati derivati da una propria ricerca. L’unicità di un’informazione costruisce fiducia e autorità e valorizza l’attività che vogliamo far emergere. Ad esempio se dobbiamo sviluppare contenuti per un’attività che si occupa di Turismo, potremo estrapolare dati che la società ha accumulato durante gli anni o ricercare sul web articoli correlati, al fine di far comprendere il trend di un determinato periodo legando i punti di interesse consigliati.

Esprimi la tua prospettiva personale su un Hot Topic

Utilizzare un’argomento attuale sulla bocca di tutti esprimendo un parere personale è un buon modo per offrire ai lettori un differente punto di vista, influenzato dalla nostra esperienza nel settore, aggiungendo interessanti riflessioni. Ovviamente il tema deve essere contestualizzato alla nostra attività, se ci occupiamo di moda è sconsigliabile iniziare a scrivere su un’argomento di tutt’altro ambito.

Post in cui dai voce anche ad altri blogger

Parliamo del cosiddetto “guest post”, offrire contenuti in accordo con altri blogger e pubblicarli sul nostro blog o viceversa, in questo modo si creano collegamenti e contatti diretti con altre persone, sta a noi accordarci con gente competente per offrire ai lettori nuove prospettive su argomenti affini a quello di nostro interesse. Ad esempio se stiamo curando un blog per una azienda che produce beni alimentari, potremo ricercare blog autorevoli che trattano lo stesso argomento ed offrire un contenuto originale o un nostro prodotto in cambio di una recensione.

Condividi infografiche e statistiche

Lo sviluppo creativo di infografiche è molto interessante per presentare in forma grafica un’argomento, curiosità o statistiche in riferimento a concetti, eventi o prodotti. Di solito sono molto chiare da consultare e questo facilita l’assimilazione del concetto che si vuole proporre anche grazie alle numerose illustrazioni presenti, infine tendono ad essere molto condivise sui social.

Offri una guida su un certo argomento

Se si è esperti di un determinato argomento o settore si potrebbe scrivere una guida ben impaginata con riferimento al nostro brand e offrirla ai nostri lettori. In questo caso visto che si tratta di contenuto scaricabile, potrebbe essere una buona idea utilizzare il sistema Pay With a Tweet. Il download del file viene sbloccato solo se il visitatore condivide la landing page tramite un social network a sua scelta, una soluzione che funziona molto bene e contribuisce alla diffusione della nostra risorsa; in generale un giusto metodo per ricambiare il contenuto di qualità offerto.

Crea contenuti approfonditi per la tua nicchia

Anche in questo caso fa fede la condivisione dell’esperienza nel settore al fine di fornire contenuti approfonditi per la nicchia a cui il blog si rivolge. Ad esempio se gestiamo un blog rivolto ad un pubblico che si aspetta contenuti approfonditi e avanzati, di certo non è consigliabile produrre articoli scontati e basilari. Creare contenuto avanzato qualifica il brand e valorizza l’attività, se poi aumentiamo la complessità dei nostri articoli tutto sarà più efficace da diffondere e ne guadagneremo in termini di fiducia.

Conclusione

Ricapitolando, per attrarre lettori, possibili clienti ed essere presenti in posizioni rilevanti su Google bisognerà creare contenuti studiati per informare, educare ed intrattenere i lettori, stando attenti ad indirizzarli alla giusta nicchia di appartenenza, e se saremo costanti, mantenendo il rapporto qualità/utilità costruiremo fiducia e autorità del brand. Il nostro sito quindi non dovrebbe contenere solo informazioni sui prodotti o servizi ma avvalersi di contenuti interessanti che rispondano alle esigenze e agli interessi del nostro pubblico.

Condividi